Come affrontare una Intervista Comportamentale

L’intervista Comportamentale (Behavioral Interview o BI) è una modalità relativamente nuova, ma ampiamente utilizzata di colloquio di selezione.

La tecnica della BI è utilizzata dai datori di lavoro per valutare le esperienze ed i comportamenti di un candidato al fine di determinarne il potenziale. Questo approccio si basa sulla convinzione che le performance passate sono il miglior predittore del comportamento futuro.

Alcune ricerche infatti sostengono che il futuro comportamento lavorativo di un candidato sia predetto al 55% dalla BI, mentre l’intervista tradizionale sia in grado di predirlo solo al 10%.

L’intervistatore individua le competenze e comportamenti desiderati, quindi struttura domande aperte e dichiarazioni per ottenere risposte dettagliate. Si crea un sistema di misurazione e classificazione, e criteri selezionati vengono valutati nel corso dell’intervista.

Anche se non si dispone di una grande quantità di esperienze lavorative, le aziende si aspettano di essere in grado di mettere in relazione esperienze passate – scolastici, universitari, attività di volontariato, l’appartenenza a organizzazione, ecc – con il lavoro per il quale si viene intervistati.

Intervista Comportamentale vs Intervista Tradizionale

L’intervista comportamentale fornisce un insieme più oggettivo dei fatti, rispetto ad altri metodi di intervista, per quel riguarda al capacità di prendere decisioni relativamente alla capacità di un soggetto di svolgere o meno una certa attività.

Nel corso di una intervista tradizionale vengono fatte domande a carattere generale, come “Parlami di te”. Il processo dell’intervista comportamentale è molto più probante e funziona in modo molto diverso.

In un colloquio di lavoro tradizionale è generalmente più semplice dire all’intervistatore cosa vuole sentirsi rispondere. Anche se vengono fatte situazionali che iniziano con “Come si gestisce la situazione XYZ?”, la risposta ha una affidabilità minima in quanto l’intervistatore non può realmente prevedere se avreste reagito nel modo in cui avete detto che vi foste trovati in quella particolare situazione.

In una intervista del comportamento, t

L’intervista Comportamentale (Behavioral Interview o BI) è una modalità relativamente nuova, ma ampiamente utilizzata di colloquio di selezione.

L’intervista Comportamentale (Behavioral Interview o BI) è una modalità relativamente nuova, ma ampiamente utilizzata di colloquio di selezione.

uttavia, è molto più difficile dare risposte incoerenti rispetto alle proprie caratteristiche. Quando si inizia a raccontare una storia comportamentale, l’intervistatore comportamentale in genere indagherà per cercare di arrivare agli specifici comportamenti utilizzati.

L’intervistatore avrà come compito quello di approfondire o dettagliare elementi come “Che cosa stavi pensando a quel punto? “o” Dimmi di più del tuo incontro con quella persona “, oppure” Mi spieghi nel dettaglio il tuo processo decisionale?”.

Se stai raccontando una storia non completamente onesta, le tue risposte non potranno contenere tutti i dettagli adeguati a sostenere la serie di domande.

Cosa aspettarsi un colloquio comportamentale

Una intervista comportamentale, generalmente, inizia con una delle seguenti domande:

  • Raccontami un momento in cui tu…

  • Descrivi una circostanza qin cui ti sei trovato a confrontarti con un problema collegato a…

  • Pensate a un caso in cui…

  • Dimmi come ti sei approcciato ad una situazione in cui …

Quando il colloquio è basato sull’intervista comportamentale, dovrai aspettarti un colloquio strutturato con un set di domande, al contrario di un colloquio più basato su uno stile conversazionale

L’intervistatore ti starà valutando, confrontandoti con un profilo di comportamenti desiderati e ritenuti necessari per il successo in quella specifica posizione. Successivamente alla domanda principale, ci saranno spesso domande di approfondimento, per analizzare con un maggior dettaglio il comportamento e per valutare la coerenza e la consistenza delle vostre risposte

Principali aree valutate

Le aree di interesse più comunemente valutate nel corso di un’intervista comportamentale sono:

  • Integrità

  • Leadership

  • Iniziativa

  • Capacità comunicative

  • Capacità di problem solving

  • Abilità interpersonali

  • Adattabilità

Il metodo STAR

Il metodo STAR è un modo strutturato di rispondere alle domande di una intervista comportamentale discutendo la Specifica situazione (S), Task o compito (T), l’Azione, e il Risultato della situazione che si sta descrivendo.

Situazione: Descrivere la situazione o il compito che avevi bisogno di realizzare. È necessario descrivere un evento specifico o situazione, non una descrizione generale di ciò che avete fatto in passato. Essere sicuri di dare abbastanza dettagli per permettere all’intervistatore di capire. Questa situazione può provenire da un lavoro precedente, da una esperienza di volontariato, o ogni caso rilevante per il compito per cui ti candidi.

Task/compito: Che obiettivo stavi lavorando verso?

Azione: Descrivere le azioni che si sono realmente messe in essere per affrontare la situazione, descrivendole con una quantità appropriata di dettagli e mantenendo l’attenzione su ciò che TU hai fatto. Quali misure concrete HAI preso e qual è stato il TUO contributo particolare? Fare attenzione a non descrivono quello che la squadra o il gruppo ha fatto quando si parla di un progetto, ma ciò che effettivamente hai fatto TU. Usare la parola “IO”, non “noi” quando descrivi le azioni svolte.

Risultato: descrivere il risultato delle tue azioni e non essere timido nel prenderti il merito (che ti spetta) per i risultati ottenuti. Che cosa è accaduto? Come è finito l’evento? Cosa hai realizzato? Che cosa hai imparato? Assicurati che la tua risposta contenga più risultati positivi.

Accertati di seguire tutte le fasi del metodo STAR. Cerca di essere il più specifico possibile in ogni momento, senza divagazioni, incertezze e senza eccedere nelle informazioni fornite. Cercate di anticipare le domande, includendo i risultati.

Inoltre, è utile evitare di inserire esempi che non ti dipingono in una luce positiva. Tuttavia, tenere presente che alcuni esempi di risultati non positivi (come “perso la partita”) possono mettere in evidenza la tua capacità di affrontare le avversità.

Esempi di risposte STAR

Situazione (S): I ricavi pubblicitari del giornale per cui lavoravo stavano diminuendo sensibilmente e un gran numero di inserzionisti non stava

L’intervista Comportamentale (Behavioral Interview o BI) è una modalità relativamente nuova, ma ampiamente utilizzata di colloquio di selezione.

no più rinnovando i contratti.

Task/Compito (T): Il mio obiettivo era

L’intervista Comportamentale (Behavioral Interview o BI) è una modalità relativamente nuova, ma ampiamente utilizzata di colloquio di selezione.

quello di generare nuove idee, materiali e incentivi che dovevano tradursi in un aumento di almeno il 15% degli inserzionisti, rispetto all’anno precedente.

Azione (A): ho progettato un nuovo pacchetto promozionale e confrontato i benefici del nostro giornale con quello degli altri media presenti sul territorio. Ho anche progettato una speciale sessione di formazione per i venditori, con un professore della Scuola di Amministrazione Aziendale, in cui poter discutere di strategie di vendita più competetive.

Risultato (R): Abbiamo firmato contratti con 15 nuovi inserzionisti per annunci sul quotidiano e cinque per le edizioni speciali e i supplementi. Abbiamo aumentato i nostri nuovi inserzionisti del 20 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Come preparare un colloquio comportamentale

  • Ricordare recenti situazioni che mostrano comportamenti favorevoli o azioni, in particolare riguardanti lavori in corso, altre esperienze lavorative, di leadership, lavoro di squadra, l’iniziativa, la pianificazione, e il servizio clienti.
  • Preparare una breve descrizione di ogni situazione; essere pronti a fornire i dettagli, se richiesto.
  • Assicurarsi che ogni storia abbia un inizio, una fase centrale e una fine, cioè essere pronti a descrivere la situazione, compreso il compito a portata di mano, la vostra azione, e il risultato o i risultati.
  • Assicurarsi il risultato dia di voi una immagine positiva (anche se il risultato complessivo dell’esperienza in sé non era favorevole).
  • Essere onesti. Non impreziosire od omettere parti della storia. L’intervistatore potrebbe scoprire se la vostra storia non ha basi sufficientemente solide o se state mentendo
  • Sii specifico. Non generalizzare su diversi eventi; dare un resoconto dettagliato di ciò che è accaduto.
  • Variare le esempi; non li prendere da solo una parte della tua vita.

Esempi di domande di una Intervista Comportamentale

Ecco un esempio di domande che possono essere fatte durante una intervista comportamentale

  • Descrivere una situazione in cui siete stati in grado di usare la persuasione per convincere qualcuno a vedere le cose come volevate voi
  • Descrivi un momento in cui ti sei trovato di fronte a una situazione di stress, e che dimostri le tue capacità di gestirlo
  • Dammi un esempio specifico di un momento in cui hai utilizzato il buon senso e la logica per risolvere un problema.
  • Fammi un esempio di un momento in cui hai impostato un obiettivo e sei stato in grado di realizzarlo.
  • Raccontami un momento in cui era necessario utilizzare le tue abilità di presentazione per influenzare l’opinione di qualcuno.
  • Dammi un esempio specifico di un momento in cui si sei dovuto conformare a una politica con cui non si eri d’accordo.
  • Parlami di una esperienza in cui hai dovuto completare un importante documento scritto
  • Raccontami un momento in cui si doveva andare al di là del dovere al fine di ottenere un risultato.
  • Raccontami un momento in cui hai avuto troppe cose da fare e ti sei trovato a scegliere a quali attività dare la priorità
  • Fammi un esempio di un momento hai dovuto prendere una decisione in pochi secondi
  • Qual è il tuo tipico modo di affrontare il conflitto? Fammi un esempio.
  • Mi parli di come ha gestito il lavoro svolto con una persona che non le piaceva (o viceversa)
  • Mi parli di una decisione difficile che ha dovuto prendere nel corso dell’ultimo anno.
  • Fammi un esempio di un momento in cui hai tentato qualcosa e non hai avuto successo
  • Mi faccia un esempio di quando ha mostrato iniziativa e ha preso il comando.
  • Mi parli di una situazione recente in cui si doveva fare con un cliente o un collaboratore molto agitato.
  • Fammi un esempio di un momento in cui ha motivato gli altri
  • Raccontami un periodo in cui hai delegato un progetto in modo efficace.
  • Raccontami un momento in cui ti sei perso una soluzione ovvia a un problema.
  • Fammi un esempio di un momento in cui hai usato le tue capacità di accertamento dei fatti per risolvere un problema.
  • Descrivi un momento in cui hai anticipato potenziali problemi e sviluppato misure preventive.
  • Raccontami un momento in cui sei stato costretto a prendere una decisione impopolare.
  • Raccontami di quando hai dovuto andare contro ad un amico
  • Descrivi un momento in cui hai impostato i tuoi obiettivi viste troppo alti (o troppo basso).

Ultimi consigli

Sebbene le interviste comportamentali possono generare più ansie di quelle tradizionali, oltre al metodo STAR, alcuni consiglio di base

  • Ascolta attentamente.
  • Sii pronto
  • Attenzione all’aspetto
  • Stringi la mano in modo adeguato
  • Mantieni il contatto oculare diretto.
  • Entusiasmo e sorridere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *